Storia

PRENOTA ORA
Storia delle Terme
img

Le Terme di Tivoli hanno una storia antica quasi quanto la città stessa e gli effetti benefici delle Acque Albule, così definite per il colore biancastro dovuto all’emulsione gassosa che si forma in superficie quando si liberano anidride carbonica e idrogeno solforato, sono stati esaltati dalla letteratura e dalla storia.

Scrittori come Plinio Secondo il Vecchio e Virgilio le menzionavano nelle loro opere, imperatori come Nerone e Adriano ne esaltavano le qualità terapeutiche, tanto da impegnarsi per avere le benefiche acque sulfuree sempre a disposizione nelle loro dimore. Cesare Augusto commissionò addirittura la costruzione di un impianto termale imperiale, le Terme di Agrippa, oggi conosciute col nome di Terme di Roma.

Oggi queste sorgenti carbonico sulfuree, scaturite dai due laghi Regina e Colonnelle, conservano il nome che avevano nell’antichità, Acque Albule, e rappresentano una delle principali attrazioni di Tivoli, accogliendo una gran quantità di turisti da tutta Europa, soprattutto, da quando, nel 2000, il gruppo alberghiero Sirio Hotel ha acquisito una partecipazione presso la società termale e ha dato il via a un progetto di sviluppo per adeguare l’intero complesso e renderlo uno dei centri termali europei più all’avanguardia.

Anche nel Rinascimento le terme furono ampiamente sfruttate ed apprezzate, in particolare con il governo del Cardinale Ippolito d’Este, che proprio per curare la sua salute malferma, fu promotore della costruzione dei Bagni Vecchi all’interno della maestosa Villa d’Este.L’attuale offerta delle terme di Tivoli comprende sia terapie mediche, sia trattamenti estetici, per un benessere a 360°.